Niko Citriniti, Outside art e Ready made

Quando ho visto per la prima volta le opere di Niko Citriniti esponevamo entrambi in un paese di nome Jacurso, durante il Calafrika Music Festival. Re-vintage era il nome della sua mostra.  Avevo già visto dei suoi lavori in foto, anche se è noto a tutti che i frame fotografici a volte mortificano l’opera d’arte. Nel caso di Niko le sue bellissime lampade, i manichini anni ’70 dalla pelle di fumetti vintage e i suoi complementi d’arredo street, non si sono fatti per nulla turbare dai flash delle macchine fotografiche. La sua abilità comunicativa colpisce moltissimo anche in foto. Proprio grazie a questo potentissimo mezzo si divulga il suo ultimissimo esperimento, Outsideart. L’oggetto d’arte viene posto in contesti urbani o naturali e stupisce, turba l’occhio dello spettatore e lo incuriosisce. Egli è incredulo perché raccolto nel suo quotidiano, non si aspetta di trovarsi a guardare un’opera d’arte situata completamente fuori dal suo contesto. L’effetto sorpresa è un punto di forza per questo genere di cose poichè nessuno immagina di imbattersi in gambe argentate senza tronco su una scala o in mezzo alla strada (foto).

Alla base dell’opera di ogni artista c’è sempre la comunicazione, che sia di un messaggio o di uno stato d’animo, la voglia di instaurare un dialogo con la gente e di essere capito. Nel nostro meridione è una scommessa, tutti sono coinvolti dall’ odierna situazione economica e sociale e sembra che non ci sia il tempo o la voglia di aprirsi a questo dialogo. Il timore che la comunicazione tra artisti e fruitori possa restare argomento di nicchia non frena però questa esigenza di trovare un punto d’incontro. Niko per esempio al momento e fino al 28 aprile espone al Because Art Space  a Lamezia Terme con la sua mostra personale Ready made. Ha scelto per la sua personale uno spazio molto underground (letteralmente sotterraneo ) che si distacca dal significato stesso della parola inglese grazie a una forte predominanza di bianchi. Questo luminoso spazio ha ospitato anche una bellissima retrospettiva di H. R. Giger, noto come il padre della biomeccanica.

Ma cos’è dunque questo Ready made? Letteralmente “pronto all’uso” , il suo inventore fu Marcel Duchamp. Egli teorizzò e sperimentò la decontestualizzazione di oggetti di uso comune regalandogli una nuova vita, quella di pezzi d’arte. Celebre l’Orinatoio, capovolto dallo stesso artista, in cui ha fuso un oggetto tipicamente maschile con uno chiaramente femminile, la firma con lo pseudonimo R.Mutt che suona come il tedesco Mutter (madre). Mi è capitato, per passione e per studi accademici, di approfondire le mie conoscenze su Marcel Duchamp. Posso dire che tra quest’ultimo e Niko vi è una enorme differenza, il loro rapporto con il pubblico. Mentre Duchamp vi si rapportava in modo enigmatico e complesso Niko fa il possibile per aprirsi al fruitore delle sue opere. Egli racconta se stesso in modo chiaro e semplice, la sua arte non è altolocata o snob, è popolare e accessibile. I suoi messaggi sono lampanti. Come in Colonia ad esempio, il suo ultimo lavoro di Outside Art. Il primo impatto di fronte a quest’opera è di forte inquietudine. Questi fustini di detersivo posti a mare turbano gli animi più sensibili alle problematiche ambientali. Dopo un primo impatto destabilizzante il fruitore ha come obbiettivo il tentativo di decifrare il monito che questa Colonia porta con se. L’opera ha due possibili chiavi di lettura quella stilistica e quella concettuale. La prima ricorda le siluette bianche e candide delle sculture primitiviste e stilizzate di Constantin Brancusi, la seconda invece porta con se un avvertimento solenne, queste figure sembrano quasi attendere il momento in cui comprenderemo quanto il nostro consumismo stia devastando la nostra madre terra.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le mie foto all’inaugurazione di Ready Made,  mostra personale dell’artista calabrese Niko Citriniti presso Because Art Space Via Enrico Toti n. 33 Lamezia Terme.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...